DIGITAL SIGNAGE E ADVERTISING

data: 19/10/2015

In questi ultimi anni, anche grazie alla disponibilità di display di grande formato a costi accessibili, unitamente a tecnologie di connessione e trasferimento dati a basso costo, abbiamo assistito ad una prima fase di diffusione di dispositivi e sistemi per la video informazione.

ll mercato del Digital Signage in Italia sta vivendo un momento di effervescenza, anche perché molte aziende hanno compreso che il poter trasmettere e consegnare il proprio messaggio costantemente e  al giusto target, nel posto e momento giusto, sono quanto di meglio ci si possa prefiggere in ottica di comunicazione efficace.

Il sistema digital signage non è un cartellone o affissione, non è una TV: è un nuovo media, un sistema di comunicazione, interattiva e passiva, che mette l’utente al centro della strategia di comunicazione: come raggiungerlo, come informarlo, come servirlo.

I sistemi digital signage possono suddividersi in digital out of home per quel che concerne la pubblicità esterne e il digital indoor per gli spazi chiusi quali store e centri commerciali.

Per creare un messaggio pubblicitario efficace non è sufficiente scegliere una serie di display,metterli in rete e adottare un software di pubblicazione dei contenuti. Bisogna essere sempre affiancati da professionisti esperti in comunicazione che sappiano ideare la giusta strategia pubblicitaria.

Ma quali sono gli elementi di un buon progetto digital signage?

Sono davvero tanti: location, touchscreen o no, a soffitto o stand alone, indoor o outdoor, comunicazione integrata, contenuto, format, creatività, fascia oraria, palinsesto, scheduling, controllo remoto ect…

Con questo mezzo è possibile creare di tutto, ma facendo attenzione a ciò che realmente vuole il nostro pubblico.

Infatti i consumer cercano esperienze pubblicitarie, sono attratti dalle novità e la fidelizzazione avviene tramite l’ideazione di contenuti efficaci infatti Content is King, dicono gli anglosassoni.

Un buon contenuto deve ponderare diverse variabili, quali location e visibilità, ma anche altri aspetti quali il momento della giornata in cui un messaggio è pubblicato rispetto al target presente nello store o nella sala di attesa. La creatività deve tener conto delle proprietà del media digitale, il palinsesto curato da professionisti, tale da catturare attenzione e interesse, affascinare, invogliare e altro ancora in base ai casi.

Creare emozioni e contenuti , creare interattività , creare creatività , insomma il mondo dell’advertising è vasto e offre agli addetti ai lavori una moltitudine di mezzi, sta a loro essere professionali e saperli usare bene.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CORRELATI

Back to Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di “terze parti”. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa. L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie.